Quotidiani digitali
La prima pagina di oggi

loading...

Milano, 21 Gennaio 2021. Piazza Affari in deciso calo. FTSE MIB -0,98%.

BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,69% (chiusura precedente a 0,61%), lo spread sul Bund 117 bp (da 113) (dati MTS).
Le borse europe perso terreno dopo le parole di Christine Lagarde, numero della BCE, secondo la quale "Gli ultimi dati macroeconomici indicano che la ripresa dei contagi e la conseguente introduzione delle misure di lockdown hanno determinato una probabile contrazione nel quarto trimestre e probabilmente peseranno anche sul primo trimestre del 2021". "L'intensificazione del virus comporta rischi al ribasso, l'inflazione rimane molto bassa", sebbene gli indicatori sulle aspettative di inflazione siano leggermente incrementati".
Circa due ore dopo l'apertura di Wall Street S&P 500 e Dow Jones si muovono attorno alla parità, mentre il Nasdaq Composite guadagna lo 0,45%. Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata l'15 gennaio si sono attestate a 900 mila unità, inferiori alle attese (910 mila) e al dato della settimana precedente (926 mila unità). La Federal Reserve di Philadelphia ha reso noto che il proprio indice, che monitora l'andamento dell'attivita' manifatturiera dell'area di Philadelphia, si e' attestato nel mese di gennaio a 26,5 punti da 9,1 punti di dicembre e a fronte di attese degli analisti pari a 12 punti, mentre il Census Bureau statunitense ha comunicato che i nuovi cantieri residenziali sono cresciuti a dicembre passando a 1669 mila unita' da 1578 mila unità. Il dato è superiore alle attese degli analisti che si aspettavano un valore pari a 1560 mila unità.
A Milano in difficoltà i titoli del comparto petrolifero: il greggio scivola sotto i minimi di ieri sera e tocca i livelli più bassi da martedì pomeriggio. I future marzo segnano per il Brent 55,9 $/barile, per il WTI 52,90 $/barile. Eni -2,62%, Tenaris -3,21%, Saipem -4,8%. Leonardo -4% annulla quanto guadagnato ieri in scia alla notizia dei contratti da 1,47 miliardi di euro assegnati ieri dalla Commissione Europea a Thales Alenia Space (joint venture con Thales) per la realizzazione di 12 satelliti per il sistema di posizionamento Galileo.
In controtendenza A2A che guadagna ulteriore terreno +0,66% dopo il +3,43% messo a segno ieri. Martedì il cda ha esaminato e approvato il Piano Strategico 2021-2030, il primo con orizzonte temporale di 10 anni adottato dall'utility lombarda. Il piano si focalizza su due macro-trend industriali, economia circolare e transizione energetica e non prevede acquisizioni come elemento fondamentale (anche se eventuali opportunità non verranno tralasciate).
Salvatore Ferragamo +6,0% accelera al rialzo dopo che la controllante Ferragamo Finanziaria ha cooptato Claudio Costamagna nel cda in sostituzione del dimissionario Giuseppe Anichini. La holding ha anche comunicato di aver "iniziato le valutazioni in merito alla nuova governance" della controllata, in vista della scadenza di marzo per il deposito della lista per il rinnovo del cda. Ferragamo Finanziaria intende procedere con la "riduzione del numero dei Consiglieri della controllata attribuendo, secondo le best practices, un maggiore spazio a quelli indipendenti". La holding ha inoltre stabilito che "che il nuovo Presidente della Salvatore Ferragamo SpA non sarà esecutivo e ha dato incarico a una primaria Società di Executive Search di selezionare e proporre i componenti per il nuovo Consiglio di Amministrazione". Sintetizzando, si preannuncia una vera e propria rivoluzione sul ponte di comando della casa fiorentina, con un taglio alla presenza dei membri della famiglia, la possibile uscita di scena dell'a.d. Micaela Le Divelec (e forse anche del vicepresidente esecutivo Michele Norsa) e la perdita di poteri esecutivi del presidente Ferruccio Ferragamo. Inoltre l'arrivo di Costamagna (ex CDP e responsabile EMEA di Goldman Sachs) nel cda della controllante potrebbe preludere a operazioni straordinarie di cui peraltro si vocifera da tempo.
Il balzo di Ferragamo fa da traino alle performance degli altri titoli del settore lusso: Moncler +1,89%, Brunello Cucinelli +1,75%, Tod's +2,0%. Autogrill -13,3% piomba verso il basso dopo che la società controllata da Edizione (famiglia Benetton) ha annunciato un aumento di capitale da 600 milioni di euro. Il "rafforzamento della struttura patrimoniale del Gruppo", si legge nel comunicato, risulta essenziale "per far fronte agli investimenti futuri, per proseguire il percorso di crescita e innovazione del Gruppo e per cogliere, con la massima tempestività, le eventuali opportunità offerte dal mercato".
Garofalo Health Care, -9,25% a 5,10 euro, in forte calo dopo l'esecuzione di un aumento di capitale mediante emissione e collocamento con accelerated bookbuilding (ABB) di 8,2 milioni di azioni (pari al 10% del capitale) a 5,10 euro, per un controvalore di 41,82 milioni. L'operazione è "finalizzato a consentire alla Società di reperire in modo rapido ed efficiente capitale di rischio da impiegare per proseguire il piano di crescita e di espansione delle proprie attività".

loading...

Portafoglio
0 Titoli
0.00 € Valore tot
0.00% Var %
Listino Personale
0
Titoli presenti nel tuo listino
Notifiche
0
Notifiche attive
Dati forniti da  vwd group Italia  - Fonte dati: Borsa Italiana e Mercati Internazionali