La prima pagina di oggi

loading...

Centrale Del Latte D'italia

ISIN IT0003023980

Crea notifica Crea notifica
2.44 Prezzo
(Valuta in EUR)
  • 0.02
  • +0.83%
Variazione
2.42 Chiusura precedente
2.42 Apertura
2.45 Massimo
2.42 Minimo
3 Numero contratti
+0.83% Var% inizio anno
1.725 - 2.8
Variazione anno in corso

14 agosto 2020 ore 18:33 Mercato chiuso. Dati ritardati di 20 min.

Profilo società

La società in sintesi

Il gruppo Centrale del Latte d’Italia - nato nel 2016 dalla fusione tra Centrale del Latte di Torino e Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno - si posiziona al terzo posto in Italia nel latte fresco. Opera principalmente in Piemonte, Toscana, Veneto e Liguria, dove gode di posizioni di leadership per ciò che riguarda il latte fresco e il latte a lunga durata (ESL, Extended Shelf Life) con una quota di mercato a valore pari al 28,7% (fonte: società). Il gruppo è specializzato nella produzione e commercializzazione diretta, di prodotti dell’industria lattiero-casearia quali latte fresco e ESL (Extended Shelf Life), latte a lunga conservazione (UHT), yogurt, prodotti di IV gamma, bevande vegetali. Inoltre commercializza con marchi propri prodotti confezionati nel segmento fresco come uova, formaggi e pasta. Dispone di 4 stabilimenti produttivi situati a Torino, Rapallo (Ge), Vicenza e Firenze.

Approfondisci

Profilo societario

Sede legale

Via Filadelfia, 220   10137   Torino   Italia
Tel: 0113240200
Fax: 0113240300
E-mail: investorrelations@centralelatteitalia.com
www.centralelatteitalia.com


Fatturato (in Euro) 175.151
Reddito netto (in Euro) -6.511
Capitalizzazione (in Euro)
Numero dipendenti (2019) 414

La società in sintesi

Il gruppo Centrale del Latte d’Italia - nato nel 2016 dalla fusione tra Centrale del Latte di Torino e Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno - si posiziona al terzo posto in Italia nel latte fresco. Opera principalmente in Piemonte, Toscana, Veneto e Liguria, dove gode di posizioni di leadership per ciò che riguarda il latte fresco e il latte a lunga durata (ESL, Extended Shelf Life) con una quota di mercato a valore pari al 28,7% (fonte: società). Il gruppo è specializzato nella produzione e commercializzazione diretta, di prodotti dell’industria lattiero-casearia quali latte fresc

Azioni

ORDINARIE14.000.020
Totale14.000.020

Principali azionisti

Angelo Mastrolia (Newlat Food)56.22
Comune di Firenze12.25
Fidi Toscana6.83
Mercato24.70

loading...

Portafoglio
0 Titoli
0.00 € Valore tot
0.00% Var %
Listino Personale
0
Titoli presenti nel tuo listino
Notifiche
0
Notifiche attive

Dati di bilancio

Sintesi del bilancio consolidato (migliaia EUR)
31/12/201931/12/201831/12/201731/12/2016
RICAVI DELLE VENDITE E DELLE PRESTAZIONI175.151180.325178.152117.786
EBITDA6.4637.7397.2442.904
EBIT-5.302849661-1.610
RISULTATO DI PERTINENZA DEL GRUPPO-6.511398-26212.014
RISULTATO NETTO-6.511398-26212.014
Cash Flow [Utile + Ammortamenti]3.0377.0096.11916.173
PATRIMONIO NETTO COMPLESSIVO57.07063.72163.09763.542
POSIZIONE FINANZIARIA NETTA-77.295-73.799-62.383-60.230

Commento

RISULTATI 2019 – Ricavi in calo nel 2019 per il gruppo Centrale del Latte d’Italia che chiude l’esercizio in perdita. Il fatturato è diminuito del 2,9% a 175,2 milioni, in calo in tutti i segmenti di business, con l’unica eccezione di quello delle esportazioni (+36,6% a 4,7 milioni). In particolare diminuiscono le vendite di latte fresco + ESL (-2,9% a 66,7 milioni), e seppur in misura più lieve anche quelle di latte UHT (-0,8% a 40,3 milioni). Calo più marcato per le vendite di yogurt (-12,3% a 7,7 milioni), prodotti IV gamma (-16,9% a 5 milioni), latte e panna sfusi (-19,9% a 3,1 milioni). Infine scende il giro d’affari degli altri prodotti confezionati (-2,3% a 44,8 milioni) e di quelli a base vegetale (-6,8 a 2,7 milioni).L’alto livello del costo della materia prima latte ha inciso sulla dinamica dei margini. I costi per consumi sono infatti saliti a 100,3 milioni (+1,8%) e, nonostante il contenimento delle altre voci di spesa (-3,6% a 43,5 milioni i costi per servizi e -1,9% a 26 milioni quelli del personale)l’Ebitda è diminuito a 6,5 milioni, da 7,7 milioni del 2018 (-16,5%). Gli ammortamenti sono incrementati da 6,6 a 9,5 milioni e le svalutazioni di crediti sono passati da 0,3 a 1,2 milioni; inoltre sulla gestione pesano poi svalutazioni da impairment test per circa un milioni (assenti nel 2018). Di conseguenza l’Ebit è passato dal valore positivo per 0,8 milioni del 2018, al deficit pari a -5,3 milioni del 2019. Il saldo negativo della gestione finanziaria è increme

RISULTATI DEI PRINCIPALI CONCORRENTI
(mn euro)FatturatoUtile
31/12/201831/12/201731/12/201831/12/2017
Granarolo1.301,81.273,016,710,1
Parmalat6.232,56.695,5n.d.103,6
RIPARTIZIONE FATTURATO
% per prodotto20182017
Latte fresco e ESL38.139.7
Latte UHT22.622.9
Yogurt4.94.7
Prodotti di IV gamma3.33.5
Prodotti a base vegetale1.61.5
Latte e panna sfusi2.22.2
Altri prodotti confezionati25.524.6
Export1.90.9
RISULTATI DELLE PRINCIPALI PARTECIPATE
('000 euro)FatturatoUtile
2018201720182017
Centrale del Latte di Vicenza31.98929.297-623-501
Centrale del Latte della Toscana77.62879.12353436

loading...

Mercati+

Mercati+

L’innovativo servizio
de Il Sole 24 Ore dedicato ai risparmiatori

Abbonati a soli 0,50€ a settimanaAbbonati a soli 0,50€ a settimana
  • Novità Analisi, scenari e approfondimenti

  • Dati in tempo reale

  • Notifiche personalizzate

  • Portafoglio virtuale

  • Analisi tecnica e grafico avanzato

Dati forniti da vwd group Italia - Fonte dati: Borsa Italiana e Mercati Internazionali

Video più visti